Abitare insieme….si può!

 

Siamo ormai avanti nel progetto, ma vogliamo condividere lo stesso l’idea e i risultati che abbiamo ottenuto!

Da più di un anno abbiamo avviato un progetto di co-abitazione tra utenti del servizio di salite mentale desiderosi di sperimentarsi nell’avvio di un percorso di autonomia abitativa dalle famiglie di origine o dalle strutture residenziali offerte dai servizi.

L’idea è nata dalla raccolta “sul campo” da parte di utenti, familiari, volontari e operatori, di un grande bisogno di autonomia che spesso si scontra con problemi economici, paure, difficoltà ad abbandonare vecchie abitudini, rottura di equilibri familiari e mancanza di esperienze e di competenze pratiche nell’organizzazione delle basilari attività quotidiane.

Come spiccare il volo senza una base sicura di partenza?

Da queste idee è nato il progetto ideato dall’Associazione in collaborazione con volontari e operatori del servizio di salute mentale CSM Mazzacorati. Tra difficoltà, necessarie negoziazioni e logistica da coordinare, possiamo registrare dopo più di un anno grande soddisfazione e successo di questo progetto!

Per saperne di più:

https://associazionealberoinsiemesipuo.wordpress.com/progetti/progetto-di-co-abitazione/

Arrivederci e al prossimo progetto!

 

Annunci

Le pratiche del Fare Insieme nel Dipartimento di Salute Mentale di Bologna!

LOGO solo L'ALBERO ridIl nostro Albero cresce rigoglioso e sembra coinvolgere sempre più persone!

Le pratiche del “fare insieme” sono da quest’anno entrate a pieno titolo come metodologia di lavoro ufficialmente riconosciuta e promossa all’interno del Dipartimento di Salute Mentale di Bologna.

Sarà obiettivo di tutti dunque da ora in avanti quello di incrementare, perfezionare e diffondere queste buone pratiche in tutti i servizi coinvolti nella cura delle persone con disagio psichico….riconoscendo valore e importanza al lavoro degli utenti, dei familiari, dei volontari e degli operatori che da molti anni svolgono il loro volontariato in diversi servizi.

Il nostro lavoro come associazione è iniziato molto tempo fa e continuerà, forti di una cornice più solida e fiduciosi in una partecipazione maggiore degli UFE (Utenti Familiari Esperti) al processo di cura e di guarigione.

Attualmente è in corso la prima edizione del Corso di formazione per Utenti Familiari Esperti che si terrà dal 12 Marzo 2015 al 16 Aprile c/o l’AULA Delle Colonne, in via Sant’Isaia e indirizzato ad operatori, utenti, familiari e cittadini che vorranno formarsi e dare il proprio contributo nei servizi:

Di seguito il programma completo delle giornate, noi ci saremo come associazione Giovedì 26 Marzo a dare il nostro contributo!

Giovedì 12/03/15 –  Ore 14,30/19 –  Apertura del corso e presentazione dell’attività Il supporto tra pari nei Servizi di Salute Mentale, Interverranno: A. Fioritti Donegani A. Cubellis Luminasi De Stefani Chiappa Pacioni S. Cardelli

Giovedì 19/03 Ore 14,30/19 – Promozione della salute e del benessere: salute fisica, l’abitare, il lavoro, le relazioni. Interverranno: E. Ciambellini A. Bagni (Uten) G. Gibellini (Uten) C. Nicoli G. Romagnoni (Uten) M.F. Delatour (Fam).

Giovedì 26/03 Ore 14,30/19 – La valorizzazione delle risorse personali degli utenti, familiari e operatori. Empowerment, stigma, pregiudizio. Interverranno: F. Lucchi M.E. Graziosi G. Rosignoli (Fam) M. Cascone (Uten) C. Marzocchi (Volont) A. Raffaelli (Fam). SCARICA Presentazione Albero Corso 2015 DSM-DP

Giovedì 9/04 Ore 14,30/19 – La relazione d’aiuto: ascolto, linguaggio comune, empatia, giusta distanza. Interverranno: R. Cuni (Uten) C. Paolucci e A. Cattani G. Dall’Omo (Uten) G. Romagnoli (Fam).

Giovedì 16/04 Ore 14,30/19 – La cornice organizzativa della collaborazione con gli ESP e le esperienze delle Associazioni degli Utenti e Familiari a Bologna. Interverranno: Fioritti/ Donegani F. Rizzardi T. Gualandi (Uten) E. Santamaria (Fam) G. Amalfitano (Fam).

Vi aspettiamo!

Corso Avanzato 2013

“Recovery” e Abitare: percorsi di vita per l’autonomia abitativa.

Dal 17 ottobre al 28 Novembre 2013

Finalità
Il corso si propone di sviluppare ed approfondire l’argomento dell’ abitare, inteso come possibilità di autonomia e sviluppo personale, nell’ambito teorico del modello della Recovery” di Ron Coleman, e di far conoscere le diverse realtà esistenti nel territorio del
DSM di Bologna, utilizzando le testimonianze di operatori e utenti, che abbiano avuto esperienza diretta in merito. Per “Recovery” si intende la capacità di amministrare
la propria vita ed entrare in rapporto con la realtà, attraverso la consapevolezza dei propri limiti e delle proprie competenze. Il corso si articola con lezioni frontali, lavori in piccoli gruppi, role playing e altre metodologie che prevedono il coinvolgimento di tutti i partecipanti.

Per scaricare il programma completo del corso CLICCA QUI!

CSM Zanolini MappaSegreteria Organizzativa
Maria Gigliola Rosignoli, Maria Elena Graziosi, Aldo Raffaelli
Dove trovarci: C.S.M. “Zanolini” Salone 1° piano – Via Zanolini 2 – Bologna

Responsabile Scientifico
Dott. Valerio Spinedi

Come iscriversi:
Dott. Valerio Spinedi, C.S.M. Zanolini
Tel. 051/2869138/45, Fax 051/2869152, Mail: valerio.spinedi@ausl.bologna.it

Chi può partecipare:
Gli operatori della Salute Mentale (assistenti sociali, educatori, infermieri, medici e psicologi), familiari, utenti e volontari. La partecipazione è gratuita, subordinata alla data della domanda di iscrizione, da effettuare via fax o mail: si seguirà la priorità
temporale fino ad esaurimento dei 35 posti disponibili.

Quando:
Il giovedì pomeriggio, dalle ore 15 alle 18, per un totale di 21 ore (7 incontri).

È stato richiesto l’Accreditamento Regionale per l’ECM; si ricorda che per ottenere i Crediti è necessario essere presenti al 90% dell’orario totale degli incontri.

E’ possibile scaricare qui sotto il materiale del corso:

Le dimensioni dell’abitare Camilla Marzocchi Corso 2013 pdf

Presentazione Caterina Mauceri Corso 2013

L’associazione.

L’Associazione “L’Albero Insieme si può” nasce, all’interno del Centro di Salute Mentale Mazzacorati, il 23 settembre 2008, dall’incontro di cittadini: familiari, operatori, utenti e volontari, con l’intento di creare uno spazio fisico e mentale di incontro e condivisione di punti di vista ed obiettivi. Questo ha consentito di unire le risorse e creare un linguaggio comune che, valorizzando i singoli saperi, ha portato  a nuovi modelli operativi per la tutela della salute mentale.

Nasce in coda ad un movimento attivo già in tutta Europa, quello della Recovery, e rappresentato in Italia dal movimento di pensiero delle Parole Ritrovate, in cui viene sottolineata la centralità della persona, piuttosto che della malattia, nella costruzione del progetto di cura e nella sua realizzazione. Questi movimenti nascono dunque dalla volontà di costruire un approccio diverso al disagio psichico ed un “percorso di cura” più consapevole, incentrato sulla persona e sul suo gruppo di riferimento, con un obiettivo sopra tutti: migliorare la qualità della vita di tutti, operatori dei servizi, utenti e le loro famiglie.

Condivisione di saperi, di un linguaggio comune, di obiettivi e di esperienze sono i principali ingredienti che caratterizzano l’operato dell’Associazione e dei suoi soci.

Come diventare socio?