Fare Insieme Salute Mentale

Nell’ambito della Salute Mentale lo scenario degli ultimi anni è stato caratterizzato da problemi da risolvere a complessità crescente, ma con risorse progressivamente ridotte. In questi anni la realtà sociale e sanitaria, in cui l’uomo vive, e il notevole incremento delle competenze culturali delle persone che lo compongono, hanno determinato e permesso la nascita di gruppi di Auto Aiuto e di gruppi di Formazione e Informazione in campo sociale e sanitario.

I movimenti di pensiero del “Fare insieme” e delle “Parole Ritrovate”, diffusi in tutta Italia, e la rete della Recovery, nella realtà anglosassone, sono un segnale della necessità di realizzare progetti che coinvolgano fasce sempre più allargate di popolazione. A Bologna e nella provincia si sono costituiti negli ultimi anni numerosi gruppi di autoaiuto, che hanno creato uno spazio fisico e mentale di incontro e condivisione di punti di vista e di obiettivi tra i cittadini (operatori, familiari, utenti e volontari).

E’ emersa la volontà di costruire un approccio diverso al disagio psichico ed un “percorso di cura” più consapevole, incentrato sulla persona e sul suo gruppo di riferimento, con un obiettivo sopra tutti: migliorare la qualità della vita dei partecipanti.

Il fare insieme offre una prospettiva futura: realizzare e sviluppare un contesto di accoglienza, ascolto dei bisogni e offerta di risposte nel contesto del Dipartimento di Salute Mentale (DSM). Ciò consente di unire le risorse, creare un linguaggio comune che, valorizzando i singoli saperi, approdi a nuovi modelli operativi.