Accoglienza: front office

Una persona che si avvicina per la prima volta al servizio di C.S.M. arriva  spesso con un bagaglio di timori ed aspettative, anche contrastanti, date dal fatto di trovarsi in un luogo nuovo e sconosciuto, e soprattutto in un luogo che evoca lo stigma della malattia mentale e dell’esclusione sociale.  Anche chi non viene per la prima volta, può vivere il Centro di Salute Mentale come luogo stigmatizzante e come realtà che lo isola dal resto del mondo sociale.

Ne deriva quindi la necessità di un clima accogliente, che permetta a chi si rivolge al servizio di ridurre il carico emotivo legato alla sua sofferenza e di riuscire a chiedere aiuto nelle migliori condizioni possibili.

Il progetto Accoglienza si occupa proprio di questo: creare un “front office” di prima accoglienza gestito da utenti, familiari e volontari, che possa “andare incontro” al cittadino che giunge al CSM, fornire alcune informazioni preliminari per orientarsi o offrire “semplice” ascolto come prima mediazione tra l’ingresso al servizio e l’incontro con gli operatori.

Attraverso un familiare o un utente esperto appositamente formato, la persona che accede al servizio potrà sentirsi accolta da un suo “pari” che darà la sua volontaria disponibilità per dare le informazioni necessarie, ma soprattutto uno spazio di condivisione emotiva che gli permetterà di abbassare molto i suoi timori e la sua ansia.

Come diventare volontario nel progetto Accoglienza?  Iscriversi come socio ordinario de “L’Albero: insieme si può”; la quota d’iscrizione coprirà le spese assicurative legate all’attività di ogni volontario all’interno del Centro di salute Mentale Mazzacorati.

Scarica Modulo Iscrizione Socio (in word)

Per info e contatti:

Indirizzo: via Toscana 19, Bologna

Tel: +39 3494180737

Email: alberoinsieme@gmail.com

Annunci